Caratteri normali - grandi


 


              


Università di Pavia - Facoltà di Musicologia di Cremona
Ruprecht-Karls-Universität Heidelberg
Ateneo Italo-Tedesco - Deutsch-Italienisches Hochschulzentrum


Convegno internazionale

La danza teatrale europea
come fenomeno transculturale nel Settecento.
Istituzioni - Musica - Coreografia.

Europäischer Theatertanz
als transkulturelles Phänomen im 18. Jahrhundert.
Institutionen - Musik - Choreographie


Cremona, 16-17 novembre 2011
Aula 3 della Facoltà di Musicologia



L'iniziativa è relizzata con il sostegno finanziario dell'Ateneo Italo-Tedesco
nell'ambito del Programma Dialoghi Italo-Tedeschi




La danza teatrale europea come fenomeno transculturale nel Settecento


Transculturalità è un concetto maturato nell'ambito degli studi sul postmodernismo e sulle migrazioni, ma si presta bene ad essere utilizzato anche nell'ambito delle riflessioni storiche, soprattutto in relazione alla cultura spettacolare, caratterizzata frequentemente da un grande ibridismo. Il convegno è la prima tappa di un progetto sul tema della transculturalità con riguardo alla danza teatrale tra l'inizio della Guerra di successione spagnola (1701) e il Congresso di Vienna (1815), un lungo secolo in cui la situazione della cultura coreutica europea si presenta speculare a quella della cultura operistica: per quest'ultima il modello dominante è italiano, mentre nell'ambito della danza il Settecento vede una decisa affermazione del modello francese, che incontra, incorpora e in qualche caso sostituisce le tradizioni specifiche precedenti. Il progetto coinvolge storici della musica e della danza in una lettura multidisciplinare della danza teatrale nei suoi caratteri ibridi, come risultante di un processo di scambi transculturali ma anche e soprattutto come somma dei caratteri delle arti che concorrrono a realizzarla.
Il frutto del convegno (e degli incontri di lavoro che saranno organizzati successivamente) sarà la pubblicazione di un volume di saggi concepito non come atti di congresso, ma come una raccolta organica di contributi che permettano di costruire un panorama articolato dei rapporti reciproci tra capitali europee. L'indagine riguarderà soprattutto centri italiani e tedeschi, senza però escludere Vienna e Parigi, punti di riferimento obbligati, e includendo le grandi capitali di aree culturalmente e politicamente nell'orbita del Sacro Romano Impero.
Il convegno è aperto alla partecipazione di tutti gli interessati.