Universitˆ degli Studi di Pavia Home Page Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali

Giornata di Incontro "Insegnanti e bibliotecari: un’alleanza strategica"

Sabato 14 aprile 2018, h. 9.00-13.30

Istituto A. Malignani (http://www.malignani.ud.it/)

Sala riunioni

Via Leonardo da Vinci, 10 - 33100 Udine (UD)

Con il patrocinio della Sezione Friuli Venezia Giulia dell'AIB

| Presentazione | Programma | Abstract | Modulo iscrizione | Come raggiungerci |

Abstract

Carlo Bianchini

La biblioteca come strumento educativo

Sommario: La biblioteca è un luogo fisico e ideale in cui avviene l’incontro tra una persona in grado di leggere e l’universo bibliografico, che è costituito dall’insieme delle registrazioni prodotte dalla conoscenza umana. Questo incontro può costituire un ricca e coinvolgente esperienza formativa, soprattutto quando è facilitata dalla presenza del bibliotecario-insegnante. Se l’incontro dev’essere un’esperienza di natura individuale, personale e intima, dall’altro l’interazione tra lettore e bibliotecario-insegnante la rende un’esperienza sociale e formativa e tale da presentare aspetti di natura scientifica e tecnica ma anche psicologica e (inter)personale. Il contributo si propone di delineare, attraverso l’analisi dei diversi aspetti del processo di interazione, un quadro più chiaro della biblioteca come strumento educativo.

Profilo biografico: Carlo Bianchini ha rivestito diversi incarichi come bibliotecario in varie istituzioni per circa venti anni e oggi lavora presso l’Università degli studi di Pavia, dove tiene gli insegnamenti di Fondamenti di Bibliografia e Biblioteconomia e presso l’Università degli studi di Udine, dove ha l’incarico per il corso di Teoria e tecniche della catalogazione e delle classificazioni. Si occupa di catalogazione, classificazione, metodologia della ricerca bibliografica, reference e information literacy.

Maria Concetta Brocato

Strumenti e Risorse per innovare la didattica ed il progetto Europeo TELMS (Technology Enhanced Learning Mentoring Support)

Sommario: Piccola panoramica di Risorse Educative Aperte (OER), risorse e siti per innovare le modalità didattiche nella quotidiana azione d’aula. Il difficile passaggio dalla didattica unicamente "trasmissiva" alla didattica maggiormente attiva, collaborativa, laboratoriale che usa la tecnologia come utile strumento di supporto ma che non si lascia travolgere dallo stesso. Una possibile attività a supporto del cambiamento: il progetto europeo TELMS (Tecnology Enhanced Learning Mentoring Support) finanziato dal programma europeo ERASMUS+ 2014-2020.

Profilo biografico: Maria Concetta Brocato lavora presso l’ISIS Arturo Malignani di Udine, scuola secondaria di secondo grado con al suo interno sette diversi indirizzi tecnici, uno liceale e due di specializzazione superiore. Insegna Informatica e Tecnologie Informatiche, ha assunto, a partire dal 2012, l’incarico di Funzione Strumentale per la Formazione, la Ricerca e la Didattica contribuendo ad innovare le modalità didattiche dell’istituto di appartenenza, ad attuare le indicazioni del PNSD ed a supportare i docenti nella quotidiana azione in aula. E’ formatrice docenti in numerosi corsi organizzati da MIUR, Ambiti territoriali, PON/FSE, Poli Formativi. Si occupa di didattica attiva e collaborativa, metodologie didattiche, e-learning, information literacy.

Alessandra Jelen

Lettori si può diventare anche a scuola! Come condividere una passione

Sommario: "La biblioteca scolastica non deve essere un luogo per iniziati, la lettura non deve essere una passione da nascondere, l’insegnante non deve essere un censore, ogni linguaggio artistico letterario ha valore…". Queste alcune delle frasi che abbiamo rilevato nel questionario che abbiamo sottoposto anni fa agli studenti, con i quali abbiamo iniziato un percorso di valorizzazione della lettura e del lettore adolescente e giovane adulto. Da qui è nato il gruppo di lettura attiva "Leggi che ti passa", che ha sviluppato negli anni diverse attività (blog, recensioni per non lettori sul sito, partecipazione a attività delle istituzioni locali, laboratorio di lettura espressiva, fumetti, staffetta di lettura a tema,…).

Profilo biografico: Alessandra Jelen è docente di Italiano e storia presso l'istituto Tecnico "A.Zanon" di Udine; formatore IRRSAE FVG per docenti di Italiano; coordinatore di vari progetti di sostegno alla lettura con Biblioteca Civica di Udine; già responsabile per catalogazione Bibliowin dell’istituto; già responsabile di biblioteca scolastica (2002-2009) e da allora (ma in modo non continuo) referente del Progetto Leggi che ti passa -gruppo di lettura attiva; 2009-2014: lettore di Lingua italiana all’estero (Università di Skopje, Mk); 2017 benemerenza della Società Dante Alighieri di Roma per diffusione della lingua e cultura italiana nel mondo; dal 2014 in Commissione "Integrazione allievi stranieri e educazione interculturale"; 2017 referente progetto "RispettAMI! Educazione ai sentimenti e contro la violenza di genere".

Indirizzo web della biblioteca
http://www.itzanon.gov.it/la-scuola/biblioteca/

Vanessa Marcone (con Norina D’Angelo)

Una sfida innovativa: i ragazzi della scuola "costruiscono" la loro biblioteca

Sommario: La progettazione di una biblioteca scolastica diventa un’esperienza stimolante per acquisire competenze trasversali. Gli alunni della Secondaria di primo grado hanno potuto cimentarsi nella propria scuola in attività di catalogazione, mediante l’utilizzo di Bibliowin.5 (creando schede derivate, etichette e codici a barre), sperimentare il sistema di prestito, pensare a come riprogettare gli spazi. Nell’esperienza laboratoriale i ragazzi hanno avuto l’opportunità di scoprire il ricco patrimonio librario d’istituto e anche il desiderio di arricchirlo, promuovendo l’interesse e la ricerca di risorse attraverso la proposta di una bancarella del libro. Hanno inoltre coinvolto altri studenti in attività e progetti di promozione della lettura ed incontri con l’autore. Rivitalizzare uno spazio fisico e culturale della scuola ha favorito anche la continuità in verticale, attraverso l’esperienza di alternanza scuola-lavoro di alcuni studenti liceali, che, insieme agli studenti delle medie, guidati dalle docenti referenti, hanno potuto dare avvio ad un progetto di "biblioteca innovativa in progress"…

Profilo biografico: Norina D’Angelo lavora come docente di religione presso la scuola secondaria di I Grado "A. Manzoni" di Udine, dove attualmente svolge l’incarico di referente per la progettualità.

Profilo biografico: Vanessa Marcone lavora come docente di lettere presso la scuola secondaria di I Grado "A. Manzoni" di Udine, dove attualmente svolge gli incarichi di referente per il cyberbullismo del III Istituto Comprensivo, di referente per la gestione della biblioteca scolastica e tutor per l’alternanza scuola-lavoro, insieme alle docenti Aidi Conz, Patrizia Driutti e Elena Ponte.

Cristina Marsili

La Biblioteca Joppi e le scuole di Udine: un bilancio dei progetti di collaborazione

Sommario: Attraverso un breve excursus di una pluridecennale attività di promozione della lettura promossa a favore delle scuole cittadine, dall'infanzia alla classe quinta della scuola secondaria di secondo grado, si cercherà di evidenziare le importanti relazioni che si sono create fra le istituzioni scolastiche del territorio e la biblioteca. Grazie ad esse, la biblioteca Joppi è riuscita a diventare un punto di riferimento anche per il supporto all'avvio o all'incremento delle biblioteche scolastiche e, negli ultimi anni, per i progetti di Alternanza scuola lavoro.

Profilo biografico: Cristina Marsili lavora presso la Biblioteca Civica "V. Joppi" come responsabile dei Servizi innovativi oltre che dell'Ufficio catalogazione. Nell'ambito delle attività promosse dalla Sezione Moderna, cura il Progetto Biblioteca&scuola rivolto alle scuole secondarie di secondo grado e la promozione della lettura anche per la popolazione adulta in collaborazione con Associazioni, Enti e Istituzioni del territorio. Dal 2011 al 2014 ha rivestito la carica di Presidente della Sezione AIB del Friuli Venezia Giulia.

Indirizzo web della biblioteca e del catalogo
http://www.sbhu.it/udine/
http://opac.sbhu.it/bw5ne4/opac.aspx?WEB=SBUD

Gabriella Norio

Il Gruppo di studio sulle Biblioteche scolastiche della Sezione FVG dell'AIB : finalità, esperienze, obiettivi

Sommario: L’intervento presenta il Gruppo di studio sulle Biblioteche scolastiche della Sezione FVG dell’Associazione Italiana Biblioteche. Il Gruppo ha iniziato la sua attività nel 2015 con lo scopo di far emergere l'importanza delle biblioteche scolastiche e le loro difficoltà di gestione. Per questo motivo si sono avviate alcune attività ed esperienze di collaborazione che hanno iniziato a dare i loro frutti, anche grazie alla legge regionale sul riordino del sistema bibliotecario.

Profilo biografico: Gabriella Norio lavora presso la Biblioteca Civica Hortis di Trieste, dove si occupa sia della biblioteca sia dei fondi archivistici in essa depositati. Si occupa della gestione delle attività della biblioteca, della catalogazione bibliografica, dell'inventariazione archivistica. Dal 2015 coordina il Gruppo di studio sulle biblioteche scolastiche della sezione FVG dell’AIB, di cui è vicepresidente dal maggio 2017.

Indirizzo web della biblioteca e del catalogo
http://www.bibliotecacivicahortis.it/
https://www.biblioest.it/SebinaOpac/.do#0

Mariacristina Perich

La biblioteca scolastica come aula didattica: laboratorio educativo e metodologico attivo

Sommario: La Biblioteca se ben incardinata nel curriculum scolastico può fare la differenza e diventare il volano di qualsiasi attività. L'intervento, mettendo in rilievo l'importanza dell'"educare alla biblioteca" nella scuola che cambia, si propone di analizzare i possibili percorsi metodologici-didattici utili a trasformare questo "spazio" nel cuore pulsante della scuola. Si giungerà così ad una riflessione finale sulla figura a cui spetta oggi occuparsi della biblioteca: una figura conosciuta e riconosciuta, con una propria identità e una specifica e consolidata formazione pedagogica e didattica, non solo gestionale e biblioteconomica.

Profilo biografico: Mariacristina Perich lavora all'ITSSE "O. Mattiussi" di Pordenone, istituto superiore di II grado con tre indirizzi scolastici, in qualità di docente responsabile della Biblioteca d'Istituto. Al suo interno cura gli aspetti gestionali, di reference, catalografici, metodologici e didattici, organizzando percorsi di: conoscenza della struttura della biblioteca scolastica, del suo patrimonio e uso competente; metodologia della ricerca documentale e informativa; metodologia della ricerca come problem solving; media e information literacy; attività di alternanza scuola-lavoro volta all'acquisizione di abilità e di competenze chiave richieste dal mondo del lavoro, avvicinando alla professione di "bibliotecario". Fa parte del Gruppo di ricerca sulle biblioteche scolastiche della Sezione FVG dell'AIB.

Eva Petz

La biblioteca "raccoglie tutte le domande del mondo"

Sommario: L’intervento ha lo scopo di descrivere il percorso che mi ha portato ad occuparmi delle biblioteche scolastiche e le 'scoperte' che ho fatto occupandomi brevemente di catalogazione. Vorrei concentrarmi soprattutto sulle domande che mi sono posta in questa attività e sulla conseguente necessità di riformulare vecchi quesiti, recuperare conoscenze pregresse e ripensare l'uso della biblioteca con una nuova e più completa consapevolezza della sua utilità nella didattica.

Profilo biografico: Eva Petz ha un diploma di maturità classica e magistrale. Dopo anni di lavoro nel settore privato, dal 2000 insegna nella scuola primaria, occupandosi principalmente dell'ambito matematico scientifico. Da anni coordina il gruppo di lavoro per la redazione del piano dell' offerta formativa dell'Istituto.

Maria Spanovangelis

Classificare e collocare libri che "narrano la scienza"

Sommario: Le regole di catalogazione, classificazione e collocazione rappresentano convenzioni strutturate e flessibili. Conoscere le possibili opzioni è conveniente per valutarne l’efficacia o l’adattabilità a specifici obiettivi didattici. Il caso della classificazione e collocazione del "Fondo SGS" di una scuola primaria offre un esempio dei risvolti culturali insiti nella ricerca delle risposte secondo diverse prospettive: quella del bibliotecario, quella dell’esperto di letteratura scientifica e quella del docente.

Profilo biografico: Maria Spanovangelis, laureata in Storia antica, insegna alla scuola primaria svolgendo anche incarichi di responsabile della biblioteca scolastica. Per una decina d’anni ha svolto attività di biblioteca a progetto presso la Scuola Superiore di Servizio Sociale di Trieste (ora Scuola diretta a fini speciali per assistenti sociali) iniziando a seguire percorsi formativi come socia dell’Associazione Italiana Biblioteche. Fa parte del Gruppo di ricerca sulle biblioteche scolastiche della Sezione FVG dell'AIB. Ha curato i progetti per le biblioteche scolastiche dove ha lavorato.

Timothy Tambassi

Ontologie e biblioteche digitali

Sommario: Le ontologie hanno rappresentato, negli ultimi anni, un nuovo elemento di indagine anche in ambito biblioteconomico, sia in termini di accesso alle conoscenze registrate che come strumento concettuale per l'organizzazione della conoscenza stessa. L’intervento ha lo scopo di indagare le potenzialità offerte dalle ontologie per le biblioteche digitali, attraverso l'analisi del progetto Geolat mirato a costruire un'ontologia informatica che descrive le conoscenze geografiche espresse nei testi (digitalizzati) della letteratura latina.

Profilo biografico: Timothy Tambassi è assegnista di ricerca presso l'Università di Bucarest. Si occupa di metafisica, ontologia e filosofia della geografia. Tra le sue più recenti pubblicazioni si segnalano The Philosophy of Geo-ontologies (Springer, 2017) e Da un punto di vista geo-ontologico (Aracne 2017).

Costanza Travaglini

La Biblioteca Scolastica del Liceo Scientifico "Giovanni Marinelli" di Udine. Un ambiente-ponte di apprendimento, interazione, ricerca e progettazione

Sommario: La Biblioteca Scolastica del Liceo "G. Marinelli" si configura come una realtà dinamica nel mondo delle biblioteche scolastiche udinesi, con 3000 presenze e 1500 prestiti in media all’anno. La forte presenza di attività di promozione della lettura, l’attenzione alle risorse e alle necessità dell’istituto e l’interazione con il territorio facilitano il raggiungimento di tali risultati. L’intervento intende documentare quali siano le possibilità reali di una biblioteca scolastica di assolvere ad una funzione-ponte nella complessa e differenziata realtà del mondo della scuola.

Profilo biografico: Costanza Travaglini insegna lettere al Liceo Scientifico "Giovanni Marinelli", della cui Biblioteca è responsabile dal 2003-2004. Si occupa di didattica, in particolare delle lingue, di modificabilità cognitiva, di musica e vocalità. Attualmente si dedica allo sviluppo della promozione della lettura, alla ricerca di nuove metodologie nell’insegnamento del latino e si interessa dello sviluppo della competenze ricettive orali in lingua italiana.

Indirizzo web della biblioteca e del catalogo
SPAZIO WEB: http://liceomarinelli.gov.it/content/biblioteca
OPAC: http://pprn.infoteca.it/bw5ne4/opac.aspx?web=LICM&SRC=SBAS